Acqua di mare

L’acqua di mare è un prezioso sostegno per il nostro organismo, poiché contiene oltre 50 differenti tipi di Sali minerali. Calcio, magnesio, potassio, iodio, ferro e molti altri, ognuno dei quali possiede caratteristiche indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo, che rischia di ammalarsi in caso di carenza di minerali ed oligoelementi.

AQUAMARIS


Ad esempio, il calcio, importantissimo per la mineralizzazione dello scheletro, favorisce il regolare funzionamento del sistema nervoso e, insieme al magnesio e al fosforo, agisce sui muscoli; il cloro gioca un ruolo fondamentale nella digestione; lo iodio, invece, è essenziale per il funzionamento della ghiandola tiroide e per il normale sviluppo del sistema nervoso centrale.

Il fabbisogno di sali minerali aumenta in determinate circostanze, come accade in periodi di stress, durante la gravidanza e nello svolgimento di esercizio fisico. Inoltre una regolare assunzione di sali minerali e oligoelementi può concorrere a prevenire il rischio di malattie degenerative, ad alleviare la percezione di stanchezza e affaticamento, ridurre la fragilità dei capelli o delle unghie, attenuare dolori muscolari e ossei.

I sali minerali

Grazie al suo naturale contenuto di sali minerali, l’acqua di mare ha dimostrato di consentire un più rapido recupero del livello di idratazione pre-esercizio negli atleti con disidratazione da esercizio fisico intensivo.

L'alimentazione


L’eccessivo apporto alimentare di sodio è una importante causa dell’ipertensione arteriosa che, a sua volta, è fattore di rischio nelle malattie cardiovascolari. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di ridurre l’apporto di sodio a non oltre 2 grammi al giorno (5g di sale da cucina, l’equivalente di un cucchiaino di sale da cucina) e assumere circa 3,5 grammi al giorno di potassio per il suo effetto benefico sulla pressione arteriosa, sulle ossa e nella riduzione del rischio di malattie cardiovascolari.

L’utilizzo dell’acqua di mare in cucina permette di ridurre fino al 30%* l’apporto di sodio, favorisce l’assunzione di oligoelementi e minerali essenziali ed esalta il gusto degli ingredienti.

Dr. Vincenzo De Geronimo
Specialista in Endocrinologia
*prendendo come campione 10 gr di sale da cucina in 1000 ml di acqua dolce rispetto a 300 ml di acqua di mare e 700 ml dolce